nc.
Benvenuto nel sito ufficiale del Notturno Concertante. All'interno del sito puoi trovare foto, video e ogni altra informazione sulla band.
notturnoconcertante/Canzoni allo Specchio

Canzoni allo Specchio

Tracklist

1. Ahmed l'Ambulante download
2. Young Men Gone West download
3. Come il vento download
4. Le Anime Belle download
5. On Growing Older download
6. The Price of Experience download
7. Lei Vede Rosso download
8. La Milonga di Milingo download
9. Canzone allo Specchio download
10. Ark en Ciel download

Available On

About Album

L’album giunge dieci anni dopo il precedente, Riscrivere il passato. In un certo modo riprende le caratteristiche che avevano connotato l’album precedente, con versioni rivedute e corrette, anche grazie a una formazione allargata, di alcuni brani composti nel passato più o meno recente. A cominciare da Ahmed, l’ambulante, testo di Stefano Benni o a The price of experience, un pezzo risalente ai tempi del quarto cd. Il disco, edito dalla Radici records, vede pure la presenza di molti brani inedit,i caratterizzati da una notevole varietà stilistica: si va dal folk prog di Young men gone west, pezzo dedicato a dei migranti morti in Irpinia, alla dimensione più acustica di On growing older o addirittura intimistica di Ark en ciel. Non mancano i momenti più dichiaratamente rock, ma nel disco si possono trovare tracce di pop, richiami alla music etnica, al pop e al jazz.
“…A volte riprendiamo vecchie canzoni (nell’ultimo cd sono due) ed è come se le guardassimo allo specchio, vestite con nuovi abiti, gli arrangiamenti. Un discorso analogo può essere fatto anche con i nuovi brani che comunque passano attraverso varie “trasformazioni” strutturali anche perché, dati i tempi molto dilatati con cui abbiamo registrato il nuovo disco, proviamo varie soluzioni finché non riusciamo a raggiungere un risultato che sia di nostro completo gradimento. Ed è anche un riflettere sulle canzoni, su stessi…una riflessione allo specchio per vedere come siamo cambiati e come il tempo, in fondo, ci abbia migliorati (almeno spero)…”
Da segnalare il contributo essenziale di un buon numero di musicisti alla registrazione del disco che con hanno fornito un valore aggiunto ai brani del disco
Il disco è stato dedicato alla memoria di Antonio D’Alessio, bassista del gruppo prematuramente scomparso nel 2008.
La copertina è dell’artista avellinese Fabio Mingarelli.

Artist: Notturno Concertante
Label: Radici Records
Release Date: January 10, 2012

Available Lyrics

Ahmed l'Ambulante

AHMED L’AMBULANTE (testo di Stefano Benni)

Quaranta notti nel gelo
Sotto un portico deserto
Ho venduto orologi alle stelle
Oh, Aishwa dea della notte

Vieni a coprirmi d'oro
ho braccialetti finti
un anello per ogni mano
ma nessuna moglie

La quarantunesima notte
vennero a portarmi via
pestarono gli orologi
sotto i piedi come conchiglie
Oh, Aishwa dea della notte

Vieni a portarmi a casa
arriverò con la valigia piena
di dolci e cravatte
vedrò il mio villaggio

Così per divertirsi
o perché risposi male
mi ruppero la testa
con un bastone
Oh, Aishwa dea della notte

Venne a liberarmi
le tempie mi baciò
le ferite guarirono
loro non la videro

Non sono morto in un sacco di tela
ma su una grande pila d'ebano
in mezzo alla foresta
e la mia gente ha cantato
per quaranta notti

Come il vento

COME IL VENTO

Alcune notti le stelle sembrano
Affogare nel cielo
E cerco una luce guida
Le tue parole
Da cui non voglio liberarmi
Sento nell’anima:
bisogno di te

Parlami....sussurrami....bisbigliami....
Come il vento....come il vento

Le tue parole sono
Un fiume senza letto
Che dilaga senza tregua
Oltre gli argini della ragione

Le tue parole
Da cui non voglio liberarmi
Sento nell’anima:
soffio di te

Parlami....sussurrami....bisbigliami....
Parlami....sussurrami....bisbigliami....
Come il vento....

Parlami....sussurrami....bisbigliami....ascoltami...
Parlami....sussurrami....bisbigliami.....aiutami
Straziami....Guardami...ascoltami...capiscimi....

Le Anime Belle

LE ANIME BELLE

Le anime belle perse dietro i loro sogni non sanno come va questa vita.
Abituate a combattere contro i mulini a vento riescono sempre ad indignarsi.

Come farebbero senza il nostro sano cinismo?
Chi li difenderebbe da se stessi?
Non sanno che non è più di moda indignarsi?
Non serve a niente cercare di cambiare

Le anime belle sono i volontari
di una guerra che vogliono perdere.

Devi aver pazienza con loro
anche se c’è sempre qualcuno che si ostina a non voler capire.
Come ci diverte vederli sbracciarsi
per denunciare torti o ingiustizie.

Le anime belle sono i volontari
di una guerra che vogliono perdere.

The Price of Experience

THE PRICE OF EXPERIENCE

When did I begin to fall?
When everything started to seem too much for me?
Maybe it happened when I only felt sate just in the walls of my prison room.
Maybe it happened on those days when a sense of gloom Iocked my heart.

All at once everything seemed to loose its magic and everything was so hard to bear.
Someone said this is the price of experience, but I felt Iike I just had enough.
When did I become another house with no door?
When every distance seemed to break my heart?

When did I realize dejection was imploding in me and all the things we do begun to seem pointless…………

Lei Vede Rosso

LEI VEDE ROSSO

Lei vede rosso, rosso come il sangue
di un uomo morto in un auto
Lei vede rosso, rosso come il sangue
Versato dal suo amante

Tutti sanno di lei…..

Questo sangue ti ricadrà
Un giorno sulla testa
Ore ed ore a fissare
Quella tua lavatrice

Cade un velo davanti agli occhi
Il tuo mondo diventa completamente rosso

La pazzia cresce nella mente:
nemici dappertutto
Il suo odio cresce piano piano
Avvelena la sua anina

Tutti sanno di lei….

Ora tenta di mordere
La mano che l’ha nutrita
Ore ed ore a fissare
Quella tua lavatrice

Cade un velo davanti agli occhi
Il tuo mondo diventa completamente rosso

Canzone allo Specchio

CANZONE ALLO SPECCHIO

Vedo la tua immagine come fosse uno specchio
di paure, di gioia, di mia ansia, di tua curiosità
Respiro ancora il tuo profumo sulle lenzuola
Dopo che te ne sei andata
Sai che non c’è niente da dire, perchè il silenzio parla per noi
Ricordo solo che mi sono perso e tu mi hai trovato.
Se ti dico la verità non mi credi
Sei spaventata dall’evidenza
E ridi per negarla
Qualcun’altro ha forse deciso per te
Vedo le tue foto e mi sembrano uno specchio
Te ne sei andata
Ma io sono ancora con te
In fondo sei solo una donna
Con la sua capacità di dimenticare
di voltare pagina come niente fosse
Sai che non c’è niente da dire, perchè il silenzio parla per noi
Ricordo solo che mi sono perso e che tu mi hai trovato.

Vedo la tua immagine allo specchio
paure, gioia, ansia… curiosità.
Respiro ancora il tuo profumo
Sulle lenzuola, quel che resta di te.

Sai che non c’è niente da dire,
oggi il silenzio parla per noi.
Solo…ricordo di essermi perso
E tu mi hai ritrovato.

Se dico la verità non mi credi.
E, spaventata dall’evidenza,
sorridi negandola.
E’ solo questione di pazienza.
Ma io lo so, tu sei una donna
Capace di dimenticare.
Con onestà, da uomo a donna:
Non riesco a ridere di te.

Sai che non c’è niente da dire,
oggi il silenzio parla per noi.
Solo…ricordo di essermi perso
E tu mi hai ritrovato.

Album Reviews

Nam vehicula commodo pulvinar. Morbi vel luctus dui. Maecenas faucibus dignissim ante, et sollicitudin eros rutrum viverra. Sed viverra leo eget aliquam ultricies. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur.

Basestreet

Vivamus sed fermentum tellus. Donec quis elit sapien. Aliquam commodo tortor nisi, nec varius mi finibus at. In nulla libero, dictum vel orci at, congue pretium tortor. Ut ullamcorper volutpat lectus. Sed in gravida mauris.

Canzotam